Evento Alumni 2020: Autori diVersi – Componiamo il Cambiamento

autori diversi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Anche quest’anno SCOA – The School of Coaching ha organizzato il consueto appuntamento con i suoi Alumni, la terza edizione di ENABLING THE COACHING CULTURE. 

Per condividere insieme un momento di riflessione e crescita a valle di questo particolare anno che volge al termine, abbiamo pensato di affrontare il tema del Cambiamento attraverso lo stimolo artistico della Poesia. 

Come? Offrendo ai nostri Alumni la possibilità di diventare autori di un pensiero guida che diventi ispirazione concreta per azioni future, nel proprio percorso personale e nel proprio contesto organizzativo. L’evento si è svolto inevitabilmente in  digitale, sfidandoci ancora una volta a trovare, dentro l’impalpabile spazio del virtuale, nuove e ulteriori possibilità di interazione, di scambio, di connessione profonda. Una sfida che abbiamo accolto con l’entusiasmo che ci contraddistingue, certi che il valore dell’incontro sia innanzitutto dato, più che dai luoghi e dalle circostanze esterne, dalle persone.

autori diversi

Quando alcuni mesi fa ci siamo incontrati – in digitale naturalmente – per il primo staff meeting relativo alla programmazione del nostro annuale evento Alumni, è stato inevitabile condividere una certa nostalgia nel ricordare l’anno precedente, in cui ci eravamo tanto prodigati e divertiti ad allestire una galleria teatrale e cinematografica nei nostri uffici, per la seconda edizione di ENABLING THE COACHING CULTURE, che aveva come tema Il Ruolo.

Leggi anche: Evento Alumni | il ruolo nel Business Coaching

Prima ancora di decidere il cosa, il come si è imposto in modo abbastanza automatico: “sarà meglio organizzare l’evento in digitale” ci siamo detti. All’epoca stavamo attraversando la fase di un’apparente ripresa, eppure bisognava prevenire, e difatti qualche mese dopo eravamo nuovamente chiusi in casa. Se c’è una cosa che durante la prima fase della pandemia ci siamo impegnati ad allenare intensamente, è stata proprio la capacità di valorizzare l’incontro da remoto, di sconfiggere il rischio di una seppur parziale perdita qualitativa nella densità dello scambio con le persone, trovando modi e forme funzionali a garantire sempre un’interazione profonda, significativa, efficace. Lo abbiamo fatto industriandoci tra di noi prima ancora che con i clienti, sperimentando, testando l’impatto di certi approcci, di certe pratiche e metodologie, di certi tool. Nonostante quella iniziale nostalgia, questa edizione in digitale ci ha trovati preparati e fiduciosi, certi che seppur senza la possibilità di condividere una convivialità in presenza con i nostri Alumni, avremmo senz’altro mantenuto la tradizionale specialità di quel momento, che ogni anno rappresenta una sorta di rimpatriata familiare all’insegna dei valori del Coaching e uno spazio di riflessione e messa a fuoco, utile per tirare le somme di un anno che si conclude. 

La scelta della Poesia come metafora di un pensiero illuminante che ci aiuti ad associare un significato simbolico al presente e ispiri le nostre azioni future, è nata dopo aver realizzato che i veri grandi protagonisti di questo difficile anno siamo tutti noi, le persone, ciascuno con le sue sfide quotidiane, familiari, professionali, domestiche, personali, esistenziali, ciascuno con le sue emozioni, con le sue fragilità e le sue enormi risorse, ciascuno con i segni di questa esperienza, con la traccia di quello che ha capito, che ha imparato, che ha confermato o smentito, che ha scoperto. Persone prima che ruoli, prima che team, prima che organizzazioni. E persone dentro ruoli, dentro team, dentro organizzazioni. Persone. 

autori diversi

Nel nostro lavoro di Coach e di Docenti abbiamo affiancato imprese straordinarie e ammirevoli durante questo anno di emergenza globale, assistito ad atti di coraggio e di incredibile lucidità, anche laddove tutto appariva confuso e incerto. Le persone che abbiamo accompagnato, nostri Coachee e Organizzazioni, hanno dato prova di capacità preziose, piantando un seme importante per il domani. Le azioni e le strade intraprese durante la pandemia portano con sé apprendimenti, suggerimenti, indizi, che se messi bene a fuoco rappresentano un patrimonio rinnovato e inestimabile di competenze per affrontare il futuro. 

Le sfide enormi che stiamo affrontando ci danno la possibilità di fare i conti con noi stessi, come individui, genitori, figli, amici, come collaboratori, come manager, come team. Nessuno può tirarsi indietro, bisogna metterci la faccia, rimboccarsi le maniche, assumersi la responsabilità. È in questo modo che le persone e le Organizzazioni stanno scrivendo, coi fatti e coi comportamenti, le prime pagine di un cambiamento che parta da noi stessi, e che non sia unicamente subìto a fronte di una pandemia globale o di qualsiasi altra possibile forza maggiore.

Nella lettura di questa autorialità che ognuno ha messo in campo, è nata l’idea di Autori diVersi: tutte le persone di SCOA, dai Coach all’Amministrazione, alla Contabilità, al Marketing, hanno registrato una traccia audio, composta da un contributo vocale di ciascuno, in cui recitano dei versi per loro significativi. Questa lunga traccia poetica è stata utilizzata come stimolo per facilitare una specie di Caviardage sonoro. Durante l’ascolto di queste parole, i partecipanti hanno selezionato e appuntato quelle che risuonavano più profondamente, che li colpivano di più, in maniera istintiva, immediata, non razionale, come le tecniche creative ci aiutano a fare. Dunque stare nel flusso, ascoltare e ascoltarsi, scegliere, formulare il proprio contributo: proprio come abbiamo fatto quotidianamente in questi mesi. Ognuno ha poi lavorato individualmente alla creazione di un pensiero personale, un verso composto con le parole raccolte, che potesse incarnare un proposito, un intento, un obiettivo da porre come stimolo per il futuro. 

È stata un’esperienza di ascolto, di riflessione, di connessione profonda, in cui dialogare internamente, ciascuno con la propria storia personale di questi mesi, ed esternamente, condividendo con gli altri i propri punti di vista, le proprie sensazioni, emozioni, desideri, intenti, da cui vogliamo muovere i nostri prossimi passi. 

Poesia deriva dal greco e significa “fare”: pensiamo che non ci sia nulla di più poetico della realizzazione dei valori in cui crediamo. Questo è il presupposto imprescindibile per ogni crescita consapevole e costruttiva, questo significa per noi generare valore, in noi e attraverso di noi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su pocket
Pocket
Torna su
Iscriviti alla newsletter

Ricevi gli inviti ai nostri eventi e ogni due settimane la nostra selezione di contenuti più letti.

Non andare via così presto!

Il nostro sito ti è piaciuto? Puoi continuare a seguirci iscrivendoti alla newsletter di SCOA – The School of Coaching e riceverai gli aggiornamenti dei nostri contenuti sulla tua casella di posta elettronica.

Hai bisogno di maggiori informazioni e vuoi parlare con noi?